Zenit fuori dalla Champions

La squadra di Spalletti esce dal torneo europeo perdendo 2-0 sul campo del Benfica. La palla passa al Cska, atteso a Madrid dallo squadrone di Mourinho

Fine di un sogno per lo Zenit San Pietroburgo di mister Luciano Spalletti. Il sogno di uno storico passaggio ai quarti di Champions League è svanito nella notte del 6 marzo 2012 a Lisbona, negli ottavi di ritorno contro il Benfica. I lusitani hanno passato il turno con due gol, uno per tempo, ribaltando il risultato dell'andata, a favore dei russi, che avevano vinto in casa per 3-2.

A fermare l'avventura degli uomini guidati dal tecnico toscano nel massimo torneo europeo ci hanno pensato Maxi Pereira (44') e Oliveira (92').  Zenit comunque poco in partita, mai pericoloso.

Ora alla Russia non resta che sperare in un colpaccio del Cska Mosca nella tana del Real Madrid. Dopo l'1-1 conquistato nei minuti finali di recupero in casa, il team russo può sognare di fare lo sgambetto allo squadrone di José Mourinho e approdare così ai quarti di finale di Champions. L'appuntamento sul campo è il 14 marzo 2012; l'ostacolo iberico per una delle due russe sulla carta può essere ancora superato.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta