The Best of Russia 2011 al Vinzavod

Fino al 12 marzo 2012 un'esposizione a Mosca raccoglie 365 fotografie scattate in Russia, nel corso dell’ultimo anno, da fotografi amatoriali e professionisti

Il Centro d’Arte Contemporanea Vinzavod di Mosca ospita dal 10 febbraio 2012 la mostra “The Best of Russia 2011”: 365 fotografie scattate in Russia, nel corso dell’ultimo anno, da fotografi amatoriali e professionisti.

Gli scatti sono divisi per tema in quattro sezioni: “Architettura”, “Natura”, “Vita Quotidiana” e “Stile”. Fra i membri della giuria, che ha scelto i vincitori tra migliaia di immagini, spiccano la gallerista Irina Meglinskaja, l’artista Igor Gurovich, il direttore del servizio fotografico del Kommersant Edward Opp, la caporedattrice della rivista Glamour Marija Fedorova e il vice-ministro alla Cultura Pavel Choroshilov. La rassegna rimarrà al Vinzavod fino al 12 marzo 2012.

Igor Gurovich

Artista, designer e posterista, membro della giuria

“In questo concorso non conta il livello delle fotografie. Gli scatti forniscono una descrizione del nostro Paese: un Paese coperto di neve, grande. Ed è questa descrizione che conta più di ogni altra cosa. I movimenti di protesta, ovviamente, hanno ispirato molti scatti. Sono eventi di un certo impatto, e la gente fotografa ciò che più la colpisce. Ci sono meno foto di gattini e più immagini delle manifestazioni. Non saprei dire se ciò mi piaccia o meno. Ciò che è certo è che il nostro Paese è cambiato in quest’ultimo anno e le fotografie rispecchiano questo cambiamento che ha coinvolto l’intera nazione. Ogni anno mi occupo di scegliere lo scatto che finirà sulla copertina dell’album Best of Russia. Quest’anno sarà una foto di Rozanov, uno scatto molto bello e riflessivo, difficilmente incasellabile in una categoria, che ritrae una ragazza sullo sfondo di un arco. Vorrei ricordare che la foto copertina e il miglior scatto sono due cose distinte: per la copertina è necessaria un’immagine chiara, ma ciò non significa che sia anche la migliore”.

Sofja Trocenko

Fondatrice e direttrice del Centro d’Arte Contemporanea Vinzavod, ideatrice del progetto “The Best of Russia”

“Quest’anno abbiamo ricevuto un numero altissimo di domande, più di 30mila. Come negli anni precedenti, al concorso partecipano tutte le regioni della Russia e, per ogni categoria, riceviamo una grande quantità di scatti professionali in bianco e nero. Lo scopo del progetto è realizzare una fotocronaca del Paese, che immortali tutti gli eventi più significativi dell’anno appena concluso. Le proteste, considerato il loro forte impatto sociale, ovviamente, compaiono in diverse fotografie”.

Marija Fedorova

Caporedattrice della rivista Glamour, membro della giuria

“È la prima volta che faccio parte della giuria del concorso. Come tutti i miei colleghi, all’inizio, ho semplicemente scelto gli scatti migliori tra le migliaia di fotografie che ci sono pervenute, indipendentemente dalla categoria. La difficoltà maggiore sta nel fatto che il sistema di voto non ti dà la possibilità di ritornare sui tuoi passi, di riesaminare attentamente uno scatto e confrontarlo con gli altri. Devi subito esprimere una valutazione, senza rimandare a dopo la decisione. So di aver sicuramente trascurato alcuni lavori. Ma quando guardi migliaia di fotografie, ti aspetti che possa comparire sempre qualcosa di più efficace, di migliore. La rivista Glamour riserva un premio tutto suo alla fotografia più raffinata. Quest’anno abbiamo premiato una ragazza di Kazan, Alina Valitova. La giovane ha realizzato un’intera serie, intitolata "Fioritura", molto fresca, che profuma di primavera e che ricorda i dipinti di Klimt. Al momento non so ancora nulla sul suo conto, aspetto sue notizie. Ci dobbiamo incontrare, visto che le abbiamo offerto la possibilità di realizzare, con uno dei nostri stylist, un servizio fotografico per la rivista”.

 

“The Best of Russia 2011” è un’importante rassegna fotografica, organizzata nel 2008 dal Centro d’Arte Contemporanea Vinzavod. Al concorso, che si celebra ogni anno, possono partecipare tutti i cittadini della Federazione Russa, inviando non più di cinque fotografie, scattate in Russia nel corso dell’ultimo anno

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta