Kissin, prodigio russo sul palco

Il grande pianista si esibirà a Roma il 4, il 6 e il 7 febbraio 2012. Insieme a lui, dopo 35 anni di assenza, anche il direttore inglese James Judd

Roma si prepara ad accogliere il grande Evgeni Kissin: il prodigio russo del pianoforte, capace di stupire anche il direttore d’orchestra austriaco Herbert von Karajan, sarà ospite della capitale italiana per una serie di concerti all’Accademia Nazionale Santa Cecilia.

Protagonista dell'appuntamento, il Concerto in la minore Op. 16 per pianoforte e orchestra di Edvard Grieg, uno dei più popolari concerti per piano di tutti i tempi, creato dal compositore norvegese a soli 24 anni.

Kissin si esibirà quindi con L'Ouverture Tragica di Brahms e la Sinfonia n. 2 "Piccola Russia" di Tchaikovskij.

C’è attesa inoltre per il ritorno del direttore inglese James Judd sul podio dell'Orchestra di Santa Cecilia, rimasto assente per 35 anni a causa di una indisposizione e pronto ora per incontrare nuovamente il pubblico.

I concerti si terranno il 4, il 6 e il 7 febbraio 2012 alle 18, sala Santa Cecilia a Roma.

Per maggiori informazioni:

Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Auditorium Parco della Musica

Largo Luciano Berio, 3 Roma

Tel.: 06/80242.355 - 354

info@santacecilia.it

www.santacecilia.it

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta