Freddo record. Cortei a rischio?

Una donna con i suoi due bambini si scalda le mani vicino alla Fiamma Eterna a San Pietroburgo (Foto: AP)

Una donna con i suoi due bambini si scalda le mani vicino alla Fiamma Eterna a San Pietroburgo (Foto: AP)

A Mosca il termometro ha segnato -24 gradi, secondo gli esperti la temperatura più bassa dell’inverno nella capitale russa. Un gelo che non crea particolari disagi ma che potrebbe mettere a rischio le manifestazioni di protesta del 4 febbraio 2012

Al gelo siberiano, a Mosca, ci sono abituati. Non c’è da stupirsi infatti che l’inverno russo faccia precipitare la colonnina di mercurio ben al di sotto dello zero, così come sta succedendo in questi giorni.

Il 2 febbraio 2012 Mosca si è infatti risvegliata sotto una pesante coltre di neve, accompagnata da quella che i meteorologi hanno definito la notte più fredda di questo inverno moscovita, con temperature che hanno segnato -24 gradi.

Nonostante per il momento non si registrino particolari disagi alla città, a risentirne maggiormente potrebbe essere la manifestazione anti-governativa prevista per sabato 4 febbraio 2012: manifestazione che porterebbe in piazza migliaia di persone pronte ad alzare la voce contro la corruzione della politica e a favore di elezioni pulite.

Il freddo potrebbe così rivelarsi il miglior alleato di Putin, che in queste ore si sta preparando ad incassare una nuova ondata di contestazioni, ora a rischio per via del gelo. Anche le autorità avrebbero invitato i cittadini a non scendere in piazza.

Supportata da una potentissima macchina organizzativa, Mosca non registra comunque particolari disagi: oltre 50mila gli addetti che ogni giorno scendono in strada per pulire carreggiate e marciapiedi dalla neve e dal ghiaccio.

I problemi maggiori riguardano ovviamente i senzatetto. Secondo l’agenzia Ria Novosti, sarebbero più di 60 in tutto il Paese le persone morte dall’inizio dell’anno per congelamento e ipotermia. Si allestiscono così punti di ristoro e di soccorso per i più bisognosi.

Nonostante la colonnina di mercurio quest’anno sia precipitata ben al di sotto dello zero, la temperatura è comunque ben lontana da toccare ogni record storico. Anche le scuole restano aperte, pronte a chiudere le porte solo al di sotto dei 25 gradi.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta