Bari, Chiesa Russa al Patriarcato di Mosca

Foto: Photoxpress

Foto: Photoxpress

La consegna formale del complesso architettonico è avvenuta il 22 gennaio 2012 alla presenza dell’Ambasciatore russo a Roma. Un iter iniziato nel 2007

Tutto ebbe inizio nel marzo 2007. Cinque anni fa durante un vertice italo-russo venne decisa la donazione della Chiesa Russa di Bari al Patriarcato di Mosca. Una scelta formalizzata nel 2008 e concretizzatasi finalmente nei giorni scorsi.

Il 22 gennaio 2012 infatti il sindaco del capoluogo pugliese Michele Emiliano ha consegnato formalmente il complesso architettonico al Patriarcato di Mosca durante una cerimonia alla quale hanno partecipato l’Ambasciatore della Federazione Russa a Roma Alexei Meshkov e l’arcivescovo Mark Golovkov, responsabile delle Istituzioni Estere del Patriarcato di Mosca.

Secondo la volontà del Patriarca Kirill, il complesso architettonico ospiterà la “casa del pellegrino”, un centinaio di posti letto destinati a coloro che raggiungeranno Bari in pellegrinaggio. Nel frattempo sono stati avviati i lavori di restauro che nel giro di qualche mese riporteranno la chiesa all’antico splendore, pronta poi per ospitare anche mostre ed esposizioni.

L’ambasciatore ha voluto infine sottolineare che le porte della Chiesa Russa resteranno aperte a tutti i baresi, segno di riconoscenza e amiciza reciproca.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta