Venticinque anni fa l'addio a Tarkosvkij

Fonte: kinopoisk.ru

Fonte: kinopoisk.ru

Il regista russo si spegnava nella notte tra il 28 e il 29 dicembre 1986 a Parigi all'età di 54 anni

Nella notte tra il 28 e il 29 dicembre 1986, in una clinica di Parigi, moriva il regista russo Andrej Tarkovskij. Il cineasta morì a 54 anni nella capitale francese, dopo una vita da esule dall'Unione Sovietica tra Europa e Stati Uniti.

Tarkovskij si rifugiò anche in Italia, con il sostegno del comune di Firenze, che gli regalò un appartamento, e l'amicizia con il poeta Tonino Guerra, con il quale avviò il progetto del film "Nostalghia" del 1983, interamente girato nella campagna senese, con un omaggio a Piero Della Francesca. Tra i suoi capolavori, tra l'altro, ricordiamo le pellicole "Solaris" e "Stalker".

I funerali del regista si svolsero il 3 gennaio 1987 nella cattedrale ortodossa di S. Aleksandr Nevskij, a Parigi. Al suo funerale Rostropovic eseguì la seconda suite per violoncello di Bach.

La moglie Larisa rifiutò l'offerta delle autorità sovietiche di rimpatriare la salma per il seppellimento e Tarkovskij riposa tuttora nel piccolo cimitero ortodosso nei sobborghi di Parigi, a Sainte-Genevieve-de-Bois.


Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta