La magia dell’Oceanario

Foto: Ria Novosti

Foto: Ria Novosti

A Mosca trentasette enormi acquari che ospitano la flora e la fauna, provenienti dalla regione artica alle foreste pluviali. Piranha compresi

Il primo oceanario di Mosca è stato inaugurato alla fine di ottobre 2011, con lunghe file di curiosi che non ne avevano mai visto uno prima, tranne che nei film o alla tv. Anche se nascosto nei sotterranei del centro commerciale Rio, ha un design accattivante, si estende su una superficie di 3.500 metri quadrati e presenta anche altri intrattenimenti come una grande sala da biliardo, una sala da bowling e un cinema 5D, dove si possono sentire la terra tremare, il vento che soffia, e gli spruzzi dell’acqua.



In un recente week-end, i frequentatori dell’oceanario, che si aspettavano di vedere qualcosa di enorme ed emozionante, sono stati sentiti brontolare mentre lasciavano il centro commerciale. “Questi pesci sono piccoli!”, si sono lamentati alcuni. “Qual è l’attrazione senza veri squali?”, affermavano altri. Gli unici che sembravano davvero impressionati dai 37 enormi acquari e dai giardini zoologici scarsamente illuminati erano i bambini.





L’oceanario è diviso in diverse sezioni, una per area geografica. “Le regioni artiche e antartiche” in cui ci sono piccoli pinguini africani, granchi Kamchatka e trote dell’Estremo Oriente; la sezione “Laguna”, piena di coralli e pesci tropicali, e la “Foresta pluviale”, con rettili e serpenti che però non è ancora pronta per diventare anche la casa delle piccole antilopi. Gli uccelli tropicali e le scimmie sono già qui, mentre il “Nord” ospita foche giocherellone.




I piranha predatori sono stati sistemati in un acquario a parte nella sezione “Rio delle Amazzoni”; i cervi grigi hanno un aspetto innocuo e pacifico. Un angolo del giardino zoologico è abitato da coccodrilli delle Cayman e da tartarughe, camaleonti, lucertole, gechi, vari tipi di serpenti e da un’enorme anaconda.


L’oceanario sostiene di essere l’unico perché rappresenta la flora e la fauna di tutto il mondo: pesci, coralli, animali, uccelli e rettili. Alcuni, come fagiani, pappagalli e procioni, sembrano un po’ persi dietro il vetro tra gli acquari, non si può non provare compassione per loro e per le aquile marine in un paio di piccole vasche nel pavimento sotto i piedi dei visitatori.

Gli squali sono davvero piccoli, ma carini. La vera attrazione è la foca ammaestrata, che esegue alcune acrobazie in acqua, fissandoti senza vergogna attraverso il vetro e qualche volta mettendosi in posa. La parte più importante di un acquario marino è il tunnel trasparente, che qui è piccolo, ma offre alle persone la possibilità di vedere i pesci dal punto di vista di un sommozzatore, qualcosa che in pochi a Mosca hanno sperimentato prima.




Gli organizzatori promettono di aumentare il numero di animali e di organizzare affascinanti spettacoli subacquei in cui viene dato da mangiare agli squali e in cui si esibiscono le foche. Tutto sommato, è una piacevole esperienza, se non lo si visita con la folla del weekend.




Come arrivare:


Dalla metropolitana Petrovsko-Razumovskaja prendere l’autobus n. 763K o l’autobus 735
- Dalla metropolitana Altufyevo prendere il bus gratuito “Rio”, qualsiasi autobus con su scritto “Rio”, o gli autobus 644, 685 o 836 (fino alla fermata “Rynok”)
- Dalla metropolitana Medvedkovo, salire sull’autobus veloce “Rio”



Centro commerciale Rio, proprietà Dmitrovskoye Shosse 163, (495) 988 5112, metropolitana Petrovsko-Razumovskaja, Altufyevo, Medvedkovo
Aperto tutti i giorni, 10-22; biglietteria aperta fino alle 21
Costo del biglietto per adulti 500-600 rubli, per bambini 100-150 rubli

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta