La sfida di Prokhorov: “Io come Berlusconi”

Mikhail Prokhorov (Foto: Kommersant)

Mikhail Prokhorov (Foto: Kommersant)

Il miliardario russo ha annunciato la sua candidatura alla carica di Presidente, dichiarando di avere già una lista di potenziali primi ministri

L’oligarca russo Mikhail Prokhorov lancia la sfida al Cremlino. E lo fa annunciando la sua candidatura alla Presidenza della Russia in occasione delle elezioni del 4 marzo 2012. La notizia è emersa durante una conferenza stampa a pochi giorni dalle proteste contro i presunti brogli elettorali che hanno scosso l’intera Russia.

Durante l’incontro con i giornalisti, alla domanda su quale leader politico preferisse, Prokhorov ha risposto: “Me stesso”, aggiungendo: “Sto prendendo una delle decisioni più importanti di tutta la mia vita: quella di candidarmi Presidente”, ha detto. “Sono convinto che ci sarà la possibilità di far nascere un partito dal basso”, facendo anche riferimento all’Italia: “Berlusconi d’altronde ci è riuscito”.

E così, cavalcando il malumore di molti russi, il miliardario proprietario della squadra di basket americana New Jersey Nets smuove l’equilibrio già precario della politica russa, rivelandosi una seria minaccia per Putin e per il suo partito Russia Unita.

L’oligarca ha anche detto di non voler costruire la sua corsa alla Presidenza sulla base di una spudorata critica nei confronti di Vladimir Putin, dichiarando infine di avere già una lista di cinque o sei persone che potrebbero concorrere alla carica di primo ministro.

“Prokhorov è un concorrente interessante”, ha dichiarato l’ultimo presidente dell’Urss Mikhail Gorbaciov. “Ma credo che non debba correre troppo. Non è ancora diventato premier".

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta