Italia divisa tra Russia Unita e Yabloko

Foto: Ria Novosti

Foto: Ria Novosti

Quasi duemila i cittadini della Federazione che hanno espresso il voto nei dodici seggi allestiti lungo la Penisola, da Milano a Palermo. La metà degli elettori a Roma

Sono stati più di duemila i cittadini russi che in Italia si sono recati alle urne per rinnovare la Duma di Stato, la Camera bassa del parlamento della Federazione. Duemila elettori che hanno dato la loro preferenza in gran parte a Russia Unita e al partito Yabloko.


Secondo quanto riportato dal presidente del seggio romano numero 5109 Sergei Patronov all’agenzia di stampa Ria Novosti, a Roma 439 persone avrebbero votato per Russia Unita, 186 per Yabloko. Al terzo posto ci sarebbero i comunisti con 175 preferenze, seguiti da Russia Giusta (153) e liberaldemocratici (71).


Sempre stando ai risultati parziali raccolti nei seggi della capitale italiana, il partito Patrioti della Russia avrebbe ottenuto 25 voti, mentre Causa Giusta solo 7 preferenze. Quasi la metà degli elettori russi ha espresso il proprio voto a Roma, 700 a Milano e 150 a Genova.


Oltre a Roma, sono infatti stati allestiti seggi anche a Genova, Milano, Palermo, Ancona, Bari, Venezia, Verona, Napoli, Torino, Firenze e La Spezia.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta