La modella dei due mondi

Foto: www.tanyagervasi.com/

Foto: www.tanyagervasi.com/

Dalla Bielorussia all`Italia: Tanya Gervasi, dopo aver conquistato le scene con la sua bellezza fuori dai canoni, si mette a nudo su Russia Oggi

Fonte: www.tanyagervasi.com

Si chiama Tanya, ama farsi chiamare Tatà. Il suo cognome è Gervasi ed è figlia di due mondi. Quello bielorusso di mamma Elena, dalla quale ha ereditato il metro e ottanta di altezza e i tratti somatici del viso angelico, e quello siciliano di papà Angelo. Un mix che fa di Tanya una delle più quotate modelle delle collezioni della moda curvy, o plus size. Nata a Mosca 23 anni fa, modella già a 13 anni per Vogue Italia e volto di campagne pubblicitarie di marchi in voga in quel tempo, Tatà è tornata in passerella a 19 anni dopo aver fatto pace con sé stessa e con quel corpo che era cresciuto più di quanto lei volesse regalandole forme morbide con le quali venire a patti. Oggi Tanya vive a Torino, dove si è trasferita con la famiglia quando aveva cinque anni. Ma il suo lavoro, la sua curiosità e il suo impegno sociale la portano spesso in giro per il mondo.

Lei si sente più russa o italiana?

Niente di tutto questo, io mi sento cittadina del mondo. Prima mi sentivo italiana, poi russa, invece sono un miscuglio. C’è in me un pò di ogni Paese che ho visitato: Romania, Albania, Corea del Sud, Canada. Dalla gente che incontro cerco di “rubare” tutto ciò che c’è di buono e di farlo mio. Il più bel complimento l’ho ricevuto in Corea del Sud quando mi hanno detto: Il tuo animo è asiatico.

Il suo percorso da modella non è stato facile, vero?

A 13 anni ero una taglia 40 e fino ai 16 anni ho lavorato tanto. Poi hanno cominciato a dirmi che dovevo dimagrire. Ho provato molte diete senza successo, ho avuto problemi del comportamento alimentare. Lasciai tutto e tornai a studiare. A 19 anni il mio papà mi ha fatto leggere un articolo che raccontava la storia di Crystal Renn (la modella plus size più famosa al mondo, ndr) dicendomi che avrei dovuto provare con le taglie forti. Mi sono sentita offesa perché da “modella magra” non prendi sul serio quel mondo. Poi ho mandato delle foto a Elena Mirò, che mi ha scelto per Milano Moda Donna. Adesso non so che taglia porto. E sto benissimo così. Mi piace essere risaltata dall’abito, non far risaltare l’abito.

Oggi molte ragazze russe ambiscono a fare le modelle in Italia...

È vero, anch’io ne ho conosciute tante e non le critico. La Russia non è certo soltanto Mosca o San Pietroburgo. È altro, c’è povertà, si vive male. Posso capire che le ragazze belle cerchino strade alternative per vivere meglio e questo dà loro una marcia in più, così come a tutte quelle ragazze che arrivano da luoghi dove si fa fatica a vivere.

Però c’è anche il rovescio della medaglia e la possibilità di finire alla mercé di organizzazioni poco serie o, addirittura, di malaffare. Come si evita questa trappola?

In quel caso salvano il buonsenso, l’educazione e l’intelligenza. Di strade ce ne sono tante, occorre seguire quelle giuste.

Torna spesso in Russia?

Vado spesso a Minsk, in Bielorussia, dove ci sono tutti i miei parenti. Sto preparando la mia tesi sulle verdure latto-fermentate in maniera tradizionale nelle campagne bielorusse per laurearmi in Scienze Gastronomiche all’Università di Pollenzo targata Slow Food e lavorando a un libro sulle tradizioni culinarie di quella zona. Ho scelto di studiare quello che per me era un problema: il cibo. Mi definisco Gastromodel, che è anche il mio nickname su Twitter. Ho capito che il cibo è cultura e che l’educazione alimentare è fondamentale. Per il secondo anno consecutivo ho partecipato a un campo gastronomico per bambini in Romania con una onlus. È stata la cosa più appagante che abbia mai fatto.


Biografia

NAZIONALITÀ : RUSSA

ETÀ : 23

OCCUPAZIONE: MODELLA

Tanya Gervasi, 23 anni, è nata a Mosca e vive a Torino. Comincia a fare la modella a 13 anni posando per Vogue Italia e diventando il volto della Onyx. A 16 anni viene espulsa dal mondo della moda per le sue forme diventate generose. A 19 anni ritorna a sfilare per la moda curvy. È iscritta alla facoltà di Scienze Gastronomiche dell’Università di Pollenzo legata a Slow Food. Sta lavorando a un libro sulle tradizioni gastronomiche bielorusse dimenticate, al quale si dedicherà completamente dopo aver completato la sua tesi di laurea

Sweet Size_FW Collection 11/12 - Tanya Gervasi from sweetsize on Vimeo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta