La Mosca di Frankie Morello

Foto: Dmitri Kostukov

Foto: Dmitri Kostukov

Il marchio italiano innova per conquistare il mercato russo della moda e apre 150 punti nella Federazione. A tu per tu con i suoi ideatori, Modica e Gigliotti

Maurizio Modica e Pierfrancesco Gigliotti, ideatori del marchio Frankie Morello, protagonisti della Settimana della Moda moscovita con le loro creazioni Made in Italy. E fanno un bilancio della loro esperienza russa.

Cosa significa per voi essere a Mosca con la vostra collezione?

È un piacere presentare le nostre creazioni in un contesto così prestigioso. Soprattutto perché il mercato russo è ricettivo e in continua espansione. Il cliente qui si dimostra attento al messaggio lanciato alle sfilate: compra ciò che noi proponiamo, senza rielaborarlo come avviene in Europa.


Come va la moda italiana?

La crisi, profonda e trasversale, non si è ancora placata e sta cambiando le abitudini dei consumatori.

Fate riferimento al cosiddetto fast fashion?

Il fast fashion è sicuramente figlio di questa crisi: uno strumento forse più democratico per il consumatore, ma che porta a un consumismo esasperato, calpestando la creatività degli stilisti.

Cosa fare per invertire la rotta?

Bisogna lavorare sui prezzi, cercare di contenerli.

In che modo?

Purtroppo l’unica cosa che spesso accade è andare a produrre dove il costo della manodopera è inferiore. Si interviene sulla lavorazione, per preservare la qualità dei materiali. La nostra produzione fortunatamente è al 98% Made in Italy o in Europe. Anche se non è facile proseguire su questa strada.

C’è una modella russa che valorizza al meglio le vostre collezioni?

Sicuramente Yulia Karlopanova: con il suo appeal è la figura ideale per rappresentare al meglio i nostri prodotti, con una sintesi ideale tra gusto ed eleganza.


PAESE: ITALIA

DATA DI NASCITA: 1999

MARCA: FRANKIE MORELLO

Frankie Morello nasce nel 1999 dalla creatività di Maurizio Modica e Pierfrancesco Gigliotti, che debuttano con la collezione uomo primavera-estate. Ed è subito successo. Nel giro di poco tempo viene lanciata la collezione donna, completata da linee di intimo, beach wear e accessories. Il marchio sposa la filosofia del difetto: l’imperfezione artistica che viene rimodellata e indossata con glamour.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta