La Russia mangia italiano

Pasta e pizza, viaggio tra i sapori regionali del Belpaese, riproposti da quasi trenta ristoranti di Mosca nell’ambito del festival “Buona Italia”

Foto: ufficio stampa

Vodka e borsh cedono il posto agli spaghetti. Per quasi un mese infatti i palati più fini della capitale russa avranno la possibilità di degustare i piatti tradizionali del Belpaese, in un mix di gusti dal sapore totalmente mediterraneo. L’occasione è “Buona Italia 2011”, il festival della cucina italiana che per il quarto anno consecutivo promuove i piatti dal sapore Made in Italy. Lasagne al forno, arancini, cassata siciliana. Ma anche polenta e fiorentina: un viaggio fra le ricette regionali, dal Piemonte alla Sicilia, riproposte nei migliori ristoranti italiani di Mosca. Sono quasi una trentina i locali che, scelti da un’attenta commissione, hanno aderito all’iniziativa, impegnandosi a personalizzare i propri menù con ricette regionali italiane, accompagnate da un’ampia degustazione di vini.

La manifestazione, inauguarata nella sede dell`Ambasciata italiana a Mosca il 14 ottobre 2011 alla presenza di alcuni artisti del Teatro Bolshoi, si inserisce nel programma dell’Anno di interscambio 2011, e prevede una serie di iniziative non solo riservate ai piaceri del palato, ma dedicate anche all’arte. Le degustazioni sono accompagante infatti dalla mostra fotografica “L’arte del mangiar bene”, organizzata dalla scuola di cucina Casa Artusia, seguita da un master class dedicato alle ricette casalinghe del Belpaese, previsto per il 2 novembre 2011 presso il ristorante Donna Margarita di Mosca. A seguire, si terrà la presentazione della versione russa del libro “La scienza in cucina e l’arte del mangiar bene” di Pellegrino Artusi.

Il 28 ottobre 2011 presso l’hotel Lotte si svolgerà l’incontro enogastronomico “La coppia ideale”, inserito nell’ambito del Moscow International Wine Expo, dedicato ai vini e ai dessert italiani. Il festival si chiuderà il 16 novembre 2011 all’hotel Ucraina con la degustazione dei prodotti tipici italiani e di tutte le specialità preparate dai ristoranti di Mosca nel corso della manifestazione.

Foto: ufficio stampa


Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta