Una nuova Turandot per l’Ottobre Russo

Foto: Ufficio Stampa

Foto: Ufficio Stampa

Parte al Piccolo Teatro di Milano la rassegna teatrale delle compagnie della Federazione con una rilettura in chiave moderna della favola di Gozzi ad opera del pluripremiato regista Andreij Mogucij

Dimenticate la Turandot settecentesca protagonista della favola di Carlo Gozzi. Anche se la storia è la stessa, l’ambientazione data dall’enfant prodige del teatro russo, il pluripremiato Andreij Mogucij, che il 10 ottobre 2011 (con replica l’11) alle 19.30 al Teatro Studio Expo di Milano inaugura l’Ottobre russo al Piccolo con la sua “Pro Turandot”, è tutt’altro che classica.

Il regista, esponente di spicco del teatro d’avanguardia di San Pietroburgo, utilizza la sua Turandot come emblema dei tiranni che hanno scritto la storia politica del secolo scorso e la dimensione onirica della scena – a tratti inquietante - è dominata da un gruppo di eunuchi deejay che tiene le file della vicenda.

“Si tratta di una lettura contemporanea della storia con una tiranna incastonata negli anni dell’assedio di Leningrado richiamato anche dalla scenografia”, spiega Fausto Malcovati, docente di Storia del Teatro russo all’Università Statale di Milano, parlando dello spettacolo inaugurale della rassegna che porta nel capoluogo lombardo le migliori pièce delle ultime stagioni teatrali di San Pietroburgo.

Lo stravagante spettacolo della “Pro Turandot” non è che l’inizio di un percorso che vedrà tornare a Milano anche Lev Dodin. Sarà il regista siberiano  a chiudere la rassegna con i cecoviani “Zio Vanja” (dal 20 al 22 ottobre 2011) e “Tre sorelle” (dal 28 al 30 ottobre 2011) e “Vita e destino” (24 e 25 ottobre 2011) tratto dal best seller di Vasilij Grossman. Il trittico, rappresentato in lingua originale con sottotitoli in russo come le pièce di tutta la rassegna, sarà presentato il 19 ottobre 2011 dallo stesso regista che incontrerà il pubblico milanese alle 17.30 nel Chiostro del Piccolo Teatro Grassi a chiusura del ciclo di incontri moderati da Fausto Malcovati al via il 10 ottobre 2011 con lo scenografo della Pro Turandot, Emil Kapeliush.

Gli altri spettacoli dell’Ottobre Russo al Piccolo saranno il “Don Giovanni” di Aleksander Morfov (dal 12 al 14 ottobre 2011) trasformato dal regista in un playboy nevrastenico, disincantato e cinico; “Kasatka – La rondine” di Alekseij Tolstoj (nipote del celeberrimo Lev) per la regia dell’ucraino di nascita ma pietroburghese di formazione, Semion Spivak e “La potenza delle tenebre”, stavolta del Tolstoj senior, per la regia di Temur Ccheidze (16 ottobre 2011), georgiano con una predilezione per il repertorio classico riletto con grande estro e immaginazione. A grandi e piccini, invece, è dedicato “L’amore delle tre melarance“ (15 e 16 ottobre 2011), spettacolo di marionette tratto come “Pro Turandot” da una fiaba di Carlo Gozzi, autore più conosciuto in Russia che in Italia. A portarlo in scena sarà Dmitrij Lochov in trasferta con le marionette della compagnia Demmeni dal suo frequentatissimo teatro sulla Prospettiva Nevskij.

Collegata a questo spettacolo sarà visitabile nel foyer del Teatro Grassi dall’11 al 15 ottobre 2011, una mostra interattiva con la partecipazione di artisti e marionette della stessa compagnia russa. Dal 10 al 15 ottobre 2011, invece, in Scatola Magica e nel foyer del Teatro Strehler la mostra “Teatro della Moda” metterà in relazione la scena teatrale con gli stilisti di San Pietroburgo.

Teatro Piccolo

Foto: ufficio stampa

Il programma in punti

Pro Turandot da Carlo Gozzi, regia Andreij Moguchi – Produzione Teatro Priut Komedianta. Teatro Studio Expo, 10 e 11 ottobre 2011

Don Giovanni di Molière, versione teatrale e regia Aleksandr Morfov - Produzione Teatro Vera Komissarzhevskaja. Teatro Strehler, dal 12 al 14 ottobre 2011

Kasatka - La rondine di Alekseij Tolstoij, regia Semion Spivak. – Produzione Teatro della Gioventù sulla Fontanka. Teatro Studio Expo, 14 e 15 ottobre 2011

L’amore delle tre melarance di Carlo Gozzi, regia Dmitrij Lochov - Produzione Teatro delle Marionette Evghenij Demmeni. Teatro Grassi, 15 e 16 ottobre 2011

La potenza delle tenebre di Lev Tolstoij, regia Temur Ccheidze - Produzione Bol’shoi Drama Theatre di San Pietroburgo. Teatro Strehler, 16 ottobre 2011

Tre sorelle di Anton Cechov, regia Lev Dodin - Produzione Malij Drama Teatr San Pietroburgo. Teatro Studio Expo, dal 20 al 22 ottobre 2011

Vita e destino dal romanzo di Vasilij Grossman, adattamento e regia Lev Dodin - Produzione Malij Drama Teatr San Pietroburgo. Teatro Grassi, 24 e 25 ottobre 2011

Zio Vanja di Anton Cechov, regia Lev Dodin - Produzione Malij Drama Teatr San Pietroburgo. Teatro Grassi, dal 28 al 30 ottobre 2011

Incontri con i protagonisti al Chiostro del Piccolo Teatro Grassi, ore 17.30

10 ottobre 2011: Emil Kapeliush, scenografo Pro Turandot

11 ottobre 2011: Aleksander Morfov, regista Don Giovanni

12 ottobre 2011: Dmitrij Lochov, regista L’amore delle tre melarance

13 ottobre 2011: Semion Spivak, regista di Kasatka – La rondine

14 ottobre 2011: Temu Ccheidze, regista de La potenza delle tenebre

19 ottobre 2011: Lev Dodin, regista e direttore del Malij Teatr di San Pietroburgo

Inizio spettacoli ore 19.30 (domenica ore 16). Prezzi: platea 40 euro, balconata 32 euro

Informazioni e prenotazioni 848800304 - www.piccoloteatro.org

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta