L'assedio di Leningrado

L'8 settembre 1941 le truppe naziste raggiunsero il fiume Neva e cercarono di conquistare la città che resistette fino al gennaio 1944, quando fu liberata dall'Armata rossa

L'8 settembre 2011 la Russia ha celebrato i 70 anni dall'inizio di uno degli assedi più lunghi e sanguinosi della storia: il blocco di Leningrado, oggi San Pietroburgo, che durò 872 giorni, fino al 27 gennaio 1944 grazie all'intervento dell'Armata Rossa. Un tragico episodio della Seconda Guerra Mondiale che vide la città sulla Neva bombardata, isolata dal resto del Paese e portata alla fame dalle truppe naziste. Morirono di stenti 800mila persone

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta