Spot dall’Urss in mostra

Festival della pubblicità sovietica al Centro d'Arte Contemporanea Vinzavod di Mosca 1°-14 settembre 2011

Agli spettatori serve circa un'ora per guardare una serie di filmati finalizzati a pubblicizzare non tanto i prodotti, quanto lo stile di vita dell'Unione Sovietica. Il super-rimorchio “Skif”, per esempio, che con un semplice movimento della mano si trasforma per miracolo in una tenda da campeggio con tutti i comfort, l'autoradio, gli scarponcini da trekking, i polacchini di pelo all'ultima moda della “Skorokhod” erano tutti prodotti di difficile reperimento, che non avevano analoghi e che si potevano acquistare solo tramite raccomandazione.

L’esaltato progresso di quegli anni rivive oggi al Festival della pubblicità sovietica, nell’ambito del programma speciale del progetto “Dalla mensola. Il cinema liberato”, in corso al Centro d'Arte Contemporanea Vinzavod di Mosca (1°-14 settembre 2011).

Molti filmati proiettati durante il festival provocano risate infantili anche tra il pubblico adulto. Ad esempio, la pubblicità del registratore “Sputnik-403”. Un giovanotto in piedi sotto la finestra di un grande caseggiato, accompagnandosi con la chitarra, inizia a cantare con una potente voce baritonale, la canzone di Obodzinskij “Vechnaja Vesna”, conquista gli applausi del pubblico, raccoglie al volo i fiori che gli vengono lanciati, ma alla fine viene fuori che non era lui a cantare bensì il registratore che aveva nascosto sotto la giacca: “Sputnik 403: riproduce le più delicate tonalità della voce umana”, spiega una voce femminile fuori campo.

 

L'Unione Sovietica è anche la madre della pubblicità sociale russa che a volte sembra assomigliare a una storia dell'orrore per bambini. In una notte nera nera, in un bosco nero nero, nel fitto più scuro del bosco, davanti al fuoco stanno seduti tre cacciatori. “E se arriva un lupo?”, chiede il primo. “Che vuoi che sia un lupo?”, ribatte sarcastico il secondo. “E se arriva un orso?” chiede il terzo. “Eh, un orso!” ribatte ancora il solito coraggioso. “Sapete cosa vi dico? - continua dopo una breve pausa - La cosa più spaventosa, sono le infezioni gastrointestinali!”. Il tutto per dire che non bisogna mai bere l'acqua di laghi e fiumi nei boschi, che pullulano di batteri.

Come in occidente, anche in Urss erano le celebrità locali che recitavano nelle pubblicità. Gli spot venivano girati da registi professionisti, nel tempo libero. I titoli che accompagnano alcuni dei filmati confermano questi spot fossero considerati veri e propri cortometraggi. L'alto livello professionale, il senso dell'umorismo e un pizzico di fantasia che all'epoca “dava la carica anche all'asciugacapelli Lesja”, risuona oggi tra le generazioni della pizza e della coca-cola.

Maggiori informazioni sul sito http://kknw.ru/


Da questi battimano non è difficile intuire che la casa è stata invasa dalle tarme! Ma adesso siamo ben armati e non dobbiamo più affrontare il nemico a mani nude. Preparato Suprazol: un nuovo efficace prodotto contro le tarme

Una piacevole bevanda rinfrescante e curativa: Bajkal... Provatela! Ha un aroma irripetibile, vi farà sentire più svegli e ...pieni di nuove energie!

I bottoni in vetro sono un importante elemento decorativo nell'abbigliamento di una donna.

Ampio assortimento di bottoni in vetro prodotti dalla fabbrica di Zelenograd!

- E' la prima volta che lo vedo.

- Funziona bene.

- Sì, è qualcosa di nuovo.

Apogej 301 – la nuova radio a quattro bande che non avrà mai problemi a stare nello zaino

In viaggio ci sentiamo come a casa, perché la nostra casa viaggia insieme a noi. Auto rimorchio Skif: la nostra casa in viaggio

Sognate di arredare il vostro appartamento in modo moderno ed elegante? Nei negozi che commerciano mobili a campione, molto probabilmente riuscirete a trovare quello che fa per voi

Questo rossetto vi renderà ancora più attraenti, soprattutto se tra le molte tonalità disponibili riuscirete a trovare quella che più si addice al vostro viso


Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta