Il Belpaese trasloca in Russia

Foto: Kristina Zujkina

Foto: Kristina Zujkina

Con un road show attraverso la Federazione, il Ministero del Turismo italiano ed Enit stanno promuovendo le bellezze naturali e culturali della Penisola: “Italia comes to you”

Per assaporare il gusto della vita italiana non c'è bisogno di andare fino a Roma. Adesso “L'Italia è vicina – Italia comes to you”. Una mostra-presentazione unica nel suo genere che porta in Russia il meglio dell'alta moda, dell'arte e di quel “made in Italy” per cui l'Italia è famosa in tutto il mondo.

Questo progetto di ampio respiro viene realizzato in tutti i Paesi Bric (Brasile, Russia, India, Cina), per i quali l'Italia rappresenta una delle destinazioni turistiche principali. Come ha dichiarato l'addetto diplomatico dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca, Maria Sica, “in questa iniziativa la cultura italiana viene rappresentata nelle sue diverse manifestazioni. Così che alla fine si compone un messaggio di italianità unico, comprensibile non solo per i russi, ma anche per i visitatori degli altri Paesi Bric”.

La versione russa della mostra è stata inaugurata a Mosca e rimarrà visitabile fino al 4 settembre 2011. Gli abitanti della capitale, così, potranno assaporare un pezzo di vita italiana senza visto. Appositamente per questo evento, nel parco Sokolniki, è stato eretto un padiglione di mille metri quadri, che dall'esterno ricorda il Pantheon romano con la sua forma a cupola.

Foto: Kristina Zujkina

Basta aprire la porta di questa cupola e in un attimo le più famose canzoni italiane di sempre eseguite da Marcello Cirillo vi trasporteranno ad alcune centinaia di chilometri dalla Russia, in un qualche angolo del Piemonte. O di un'altra delle venti regioni italiane, ognuna delle quali è rappresentata all’interno della mostra da uno stand dove si possono guardare video e foto dei monumenti e dei paesaggi locali più significativi.

L'arte italiana è incarnata anche da 50 opere del re dei paparazzi Rino Barillari. Nelle foto del più grande cronista della “dolce vita” sono immortalati alcuni dei suoi frequentatori, più o meno abituali. Per fare soltanto alcuni nomi: Elizabeth Taylor, Frank Sinatra, Federico Fellini, Harrison Ford, Sofia Loren e anche Mikhail Gorbaciov. “Vorremmo dimostrare che la dolce vita non è stata solo un fenomeno effimero, ma che è un concetto che esprime un atteggiamento verso l’esistenza. Quando, cioè, la si prende con leggerezza e col sorriso sulle labbra, dimenticando per un attimo tutti i problemi della quotidianità”, spiega Marco Bruschini, direttore della filiale moscovita dell'Ente Nazionale Italiano per il Turismo (Enit).

La perla della pittura italiana che illumina questo road show che toccherà anche San Pietroburgo (10-18 settembre 2011) ed Ekaterinburg (24 settembre – 2 ottobre 2011) è lo straordinario affresco del XV secolo Madonna in trono con il Bambino e quattro Angeli opera di Francesco di Giorgio Martini, in tour in Russia appositamente per questa occasione.

Un ruolo particolare spetta poi al lavoro di alcuni artisti russi che hanno visitato 11 regioni italiane per poter trasmettere allo spettatore russo le emozioni provate durante il viaggio e tradotte in pittura, foto e scultura. L'artista e designer Elena Teplitskaja ha condiviso con noi le proprie impressioni su queste vacanze italiane: “Sono stata in Italia diverse volte, ma ogni volta che ci torno scopro emozioni e immagini nuove. E' sempre una gioia immensa ed è impossibile trasmetterla interamente. Gioia perché in ogni istante vedi qualcosa di nuovo e meraviglioso”.

Foto: Kristina Zujkina


L'Italia vista attraverso gli occhi degli artisti russi non è solo quella dei monumenti, ma anche quella della vita quotidiana: cortili e motorini, paesaggi colorati e coppiette innamorate che passeggiano mano nella mano. “E' proprio questa l'Italia che vorremmo far conoscere ai cittadini russi”, commenta Maria Sica.

Non è possibile, poi, pensare all'Italia senza pensare anche alla moda. Durante una delle giornate della mostra, intitolata Made in Italy lo stile italiano viene rappresentato dalle migliori case italiane, tra cui Valentino, Gattinoni, Laura Biagiotti e Mattiolo, con 28 modelli che hanno fatto la storia della moda italiana a partire dagli anni '50 fino ai giorni nostri. Dai modelli creati per i film Colazione da Tiffany e Vacanze romane fino alle ultime creazioni dei migliori stilisti italiani.

Nell’ambito del made in Italy è impossibile non notare un pezzo di natura in via d'estinzione, realizzato in vetro di Murano: 9 alberi dell'artista e scultore Roberto Bertazzon, forgiati da Venini. Ed è da questi diversi elementi della cultura italiana che si delinea l'intero mosaico del Paese che, sempre più spesso, viene ammirato dai visitatori che si recano in Italia dalla Federazione Russa. Infatti, secondo quanto ha dichiarato anche Marco Bruschini, viaggiare in Italia significa “compiere uno straordinario viaggio anche nel tempo, che parte e termina con la dolce vita”.

Foto: Kristina Zujkina


Il programma della manifestazione è qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta