Razionalità e apparenza di Agostino Bonalumi al Mmoma di Mosca

Uno dei maestri viventi dell’Avanguardia milanese del Dopoguerra, tra gli artisti più conosciuti al mondo, con cinquant’anni di carriera alle spalle, espone in Russia in contemporanea alla sua partecipazione alla Biennale di Venezia. Al Mmoma, Museo d’arte moderna di Mosca, dal 31 maggio 2011 all’11 settembre 2011, si potranno ammirare le opere di Agostino Bonalumi, nella monumentale antologica che va sotto il titolo di “Bonalumi. Razionalità e apparenza”, curata da Lea Mattarella.

La mostra, la cui inaugurazione si terrà il 30 maggio alle 19, rientra tra gli eventi dell’Anno di interscambio 2011. “Bonalumi – spiega la curatrice - tratta la tela con degli inserti che dal retro sconfiggono la sua bidimensionalità, ne reinventano la superficie. Per far questo ha bisogno di depurare l’immagine; inizia in questo modo a togliere, pulire, semplificare. E soprattutto decide di progettare. Accompagna sempre la creazione con il pensiero, il ragionamento sull’opera. Ma non c’è soltanto questo. Credo che la ragione per cui la sua produzione sia sempre così attuale è proprio il fatto che in ogni opera riesce a riaccendere la folgorante e poetica ambiguità, nata dal confine, mai uguale, tra la razionalità e l’impalpabilità. Noi vediamo, conosciamo, siamo allertati, lettori attenti e consapevoli, ma qualcosa rimane sempre segreto, sommerso”.

Info: Mmoma Museo D’arte Moderna Di Mosca, tel. + 495.6946660, www.mmoma.ru; Il Cigno GG Edizioni, tel. +3906.6865493, www.ilcigno.org, info@ilcigno.org

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta