Expo 2015, a Milano sventola la Russia

Foto: ufficio stampa

Foto: ufficio stampa

Nel centro del capoluogo lombardo issate le bandiere dei 24 Paesi che finora hanno aderito alla kermesse internazionale, Federazione compresa.

Nel primo Expo Day del 30 aprile, a Milano, in una delle strade più centrali della città, via Dante, si è svolta la cerimonia ufficiale in cui sono state issate le bandiere degli Stati che hanno confermato la propria partecipazione all’esposizione universale “Expo 2015. Nutrire il pianeta, energia per la vita”, che avrà luogo nel capoluogo lombardo dal 1° maggio 2015 al 31 ottobre 2015.

Alla giornata hanno preso parte il commissario straordinario del governo italiano per l’attività preparatoria e la realizzazione dell’Expo 2015, il sindaco di Milano Letizia Moratti, e i consoli generali dei Paesi che finora hanno aderito alla kermesse: Svizzera, Montenegro, Azerbaigian, Romania, San Marino, Egitto, Perù, Turchia, Uruguay, Togo, Germania, Guatemala, Cambogia, Honduras, Mauritania, Slovenia, Principato di Monaco, Spagna, Uzbekistan, Albania, Mauritius, Israele, Colombia. E, naturalmente, Russia.

La bandiera della Federazione è stata scoperta alla presenza del console generale della Russia a Milano Aleksey Paramonov e di Letizia Moratti. Nel suo breve discorso il sindaco di Milano ha sottolineato che il governo italiano attribuisce una particolare importanza alla partecipazione della Russia all’Esposizione universale, e si è detta certa che il padiglione della Russia sarà tra i più rappresentativi e degni di nota della manifestazione. Il console Paramonov a sua volta ha osservato che la Russia è stata uno dei primi Paesi a confermare la propria partecipazione, con un annuncio ufficiale del Presidente Dmitri Medvedev, indirizzato il 24 febbraio 2011 al premier italiano Silvio Berlusconi. Il console generale ha anche dichiarato che la Russia, dato l’alto livello di cooperazione bilaterale che è stato raggiunto, prevede di prendere parte attiva in tutti gli eventi connessi con la preparazione dell’Expo.

Nella stessa occasione è stata presentata ufficialmente l’iniziativa italiana per la realizzazione della “Carta 2015”, un documento scientifico preparato da esperti sulle questioni della sicurezza alimentare, di un’equa distribuzione sociale e geografica delle risorse alimentari, di un modello di vita sano e della medicina contemporanea, che sarà sottoposto all’approvazione dei governi di tutti i Paesi partecipanti all’esposizione e dovrà poi costituire la base comune per gli sforzi internazionali volti al raggiungimento di questi obiettivi.

La giornata Expo Day 2015 sarà celebrata il 30 aprile di ogni anno fino all’inaugurazione dell’Esposizione, alla quale prenderanno parte 175 Stati. Si prevede che sarà un evento di proporzioni straordinarie non solo per Milano e per la Lombardia, ma per l’Italia intera.       

Fonte: www.rumilan.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta