Zvonareva: "Italia forte anche senza Schiavone e Pennetta"

Vera Zvonareva. Foto: Imago/Legion Media

Vera Zvonareva. Foto: Imago/Legion Media

La squadra di tennis femminile della Russia prevede che la semifinale della Federation Cup contro l'Italia sarà una partita combattuta.

Il conto alla rovescia è partito: la semifinale della Fed Cup tra Russia e Italia si disputerà al palasport “Megasport” di Mosca il 16 e il 17 aprile. Le campionesse in carica del torneo, le italiane, sono arrivate nella capitale russa senza Francesca Schiavone e Flavia Pennetta, due punte di diamante del tennis italiano.

“Non abbiamo considerato l’opzione di spostare la partita perché, quando abbiamo saputo che i campionati del mondo di pattinaggio artistico si sarebbero svolti a Mosca, avevamo già firmato il contratto con Megasport”, dichiara il capitano della squadra russa Šamil’ Tarpiščev. “Non abbiamo dubitato neanche per un istante che la partita si sarebbe disputata qui e abbiamo immaginato che non ci sarebbero stati problemi. Del resto, non avevamo nessuna valida alternativa al Megasport”.

“A giudicare dalla situazione attuale, il risultato della partita dipenderà soprattutto dalla preparazione delle nostre tenniste e non tanto dalle avversarie. Siamo al secondo giorno di allenamento ed è ancora presto per esprimersi sulla forma fisica delle nostre atlete, tanto più che alcune devono ancora arrivare. Oggi deve atterrare da Barcellona l’ultima componente della squadra che manca all’appello, Nastja Pavljučenkova”, aggiunge Tarpiščev, ricordando anche che Vera Zvonareva, la numero uno della Russia, al terzo posto nella classifica mondiale, è a Mosca e si allena già da due giorni.

Šamil’ Anvjarovič afferma inoltre che per la fase di allenamento sono stati assoldati i migliori preparatori atletici sul mercato: “La squadra è affiancata da Larisa Savčenko e da tutti i migliori esperti. La preparazione atletica è affidata alle stesse allenatrici dei quarti di finale contro la Francia, Alena Lichovzeva e Anastasja Myskina, che hanno notevole esperienza in questo settore”, afferma il capitano della squadra della Russia.

“Sarà una partita tirata”, sostiene la Zvonareva. “In più occasioni l'Italia ha mostrato di essere una delle squadre più forti al mondo. A prescindere dal fatto che non ci saranno la Pennetta e la Schiavone, la squadra italiana è molto uniforme e costante. Le atlete che sono venute a Mosca lotteranno con i denti per difendere il titolo. Per questo scendiamo in campo con la massima serietà, senza dare niente per scontato”.

La Zvonareva ha inoltre dichiarato di non avere lamentele sul campo da tennis predisposto all'interno del Megasport. "Sono già diversi giorni che mi alleno su questo campo e ormai sono un tutt’uno con la superficie”, ha dichiarato la tennista. “Non ho notato alcuna alterazione al campo di gioco dovuta allo strato di ghiaccio sottostante”.

Tra meno di una settimana nello stesso palasport avrà inizio la fase ufficiale di allenamento per i campionati del mondo di pattinaggio artistico. Per questa ragione, il campo da tennis all'interno di Megasport è stato posto direttamente sulla superficie ghiacciata, inserendo un apposito strato isolante.


Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta