Un patto di sviluppo sulle costruzioni

Foto: Photoxpress

Foto: Photoxpress

L’italiana Danieli e la russa Ruspolimet apriranno una fabbrica nella regione di Nizhny Novgorod per la produzione di armature edili, la seconda azienda al mondo di questo livello.

Entro la fine di marzo partiranno i lavori di costruzione di una nuova mini-fabbrica nella regione di Nizhny Novgorod. Tutto nasce nel dicembre 2010 quando la “Ruspolimet” S.p.A di Kulebaki, nella regione di Nizhny Novgorod, stipulò un contratto con la ditta italiana Danieli per la costruzione di un mini impianto industriale per la produzione di armature edili.

La necessità? Nel 2010 la richiesta per la produzione della “Ruspolimet” è aumentata del 42%, come ha annunciato il ministro per l'Industria e l'Innovazione della regione di Nizhny Novgorod Vladimir Nefedov. Per il direttore generale della “Ruspolimet” Yuri Lukanin, gli investimenti per la realizzazione del progetto ammonteranno a circa 3 miliardi di rubli, il 70% dei quali verrà preso in prestito. Al momento attuale il carico creditizio dell'azienda è pari a circa 2 miliardi di rubli, ma la ditta “riuscirà senza problemi a soddisfare tali crediti”, ha assicurato Lukanin.

C’è, inoltre, in programma un investimento di circa 2 miliardi di rubli nell'infrastruttura e in particolare nella costruzione di una centrale elettrica a turbine a gas per garantire al processo produttivo energia termica e voltaggio necessari, grazie a una collaborazione tra l'imprenditoria statale e privata.

Lukanin ha sottolineato che la produttività della mini-fabbrica sarà di circa 350 mila tonnellate di armatura metallica all'anno. Al mondo esiste soltanto un'altra fabbrica di questo livello, negli Usa. Una terza verrà aperta nel corso di quest'anno in Grecia.

Al momento si stanno svolgendo i lavori di progettazione preventiva e si sta preparando l'area del cantiere che inizierà a lavorare entro la fine di marzo 2011. I termini per la realizzazione del progetto saranno di circa due anni.

“Ci atteniamo alla filosofia di una fabbrica di livello regionale. Nel raggio di 500 chilometri non c'è alcuna fabbrica per la produzione di armatura edile e questo significa che Mosca, Kazan, Mordovija e Chuvashija sono costrette a far venire l'armatura metallica da lontano, spendendo molto, dato che sono aree in cui c'è molta attività edilizia, per cui la nostra produzione dovrebbe essere molto richiesta”, ha precisato Lukanin.

Il direttore della “Ruspolimet” ha inoltre aggiunto che questo progetto, insieme a quello per la costruzione di un impianto per la produzione di lamiera a freddo, verrà sottoposto all'esame del consiglio per i finanziamenti del governatore della regione di Nizhny Novgorod per ottenere lo status di progetto prioritario e le relative agevolazioni fiscali. Come ha ancora dichiarato Lukanin la documentazione per il conferimento dello status prioritario al progetto dedicato alla “Modernizzazione e sviluppo della industria di laminazione dei profilati e delle lamiere Martin” è già stata inoltrata.

L'apertura dell'impianto industriale è prevista per il 30 giugno 2013 e permetterà di raddoppiare il volume della produzione della compagnia e di allargare la base imponibile, oltre ad ampliare notevolmente le possibilità dell'industria edilizia nella regione di Nizhny Nvgorod, dato che i rottami metallici potranno essere trasformati direttamente in armatura metallica, il che farà abbassare notevolmente il prezzo del prodotto finale.

Secondo Lukanin, il volume totale degli investimenti nel progetto sarà di circa 6,3 miliardi di rubli, di cui il 30% sarà costituito da mezzi propri, mentre il resto arriverà dalle risorse di credito.

A sua volta Franco Alzetta, principale direttore operativo, membro del consiglio amministrativo della ditta “Danieli”, ha sottolineato che la ditta ha molta esperienza di collaborazione con la Russia e negli ultimi anni si è sviluppata una cooperazione molto stretta con la regione di Nizhny Novgorod. Non ha inoltre escluso che i tempi per la costruzione del mini impianto potrebbero essere ridotti rispetto a quelli pianificati inizialmente.

La “Ruspolimet” è fornitore di semilavorati ad anello per il settore aeronautico e spaziale, per quello della metalmeccanica applicata all'energetica, per i produttori degli aggregati per i compressori di gas, di meccanismi di supporto rotante, di tecnologia stradale ed edile e per altre ditte del settore metalmeccanico.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta