Il “Mondo russo” ha la sua casa a Roma

Vyaceslav Nikonov tra il rettore Luigi Frati (a sinistra) e il suo vice

Vyaceslav Nikonov tra il rettore Luigi Frati (a sinistra) e il suo vice

Inaugurato alla Sapienza il primo Centro di studi russi in Italia.

«Un ente di coordinamento tra le facoltà dove studenti, docenti ed esperti delle discipline più disparate potranno approfondire le loro conoscenze sulla Russia e tenersi in contatto con i colleghi russi». Così il direttore esecutivo della Fondazione “Russkiy Mir” (Mondo russo) Vyacheslav Nikonov definisce il primo Centro italiano di studi russi inaugurato due settimane fa presso l’Università “La Sapienza” di Roma alla presenza anche dell’ambasciatore russo in Italia Aleksey Meshkov e del rettore Luigi Frati.

 

Secondo Nikonov, il Centro di studi russi - il primo in Italia e il 66° nel mondo - «coinvolgerà non solo gli umanisti, ma anche i rappresentanti delle scienze esatte che vorranno sviluppare progetti congiunti con gli scienziati russi». Il 2011, ricorda Nikonov, vedrà l’inaugurazione di altre tre centri a Pisa, Milano e Napoli. Intanto l’istituto romano sarà impegnato a promuovere decine di eventi nell’ambito dell’Anno Russia-Italia come forum e scambi accademici.

 

Foto di Fondazione "Russkiy mir"

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta