L’aviazione sceglie il biofuel dalle foreste

Un carburante ecologico ottenuto dalla legna invece che dal petrolio. Potrebbe essere questa la nuova frontiera dell’aviazione russa, in linea con quanto annunciato nelle scorse settimane anche da un’altra potenza emergente come il Brasile.

Il viceministro russo ai Trasporti, Valery Okulov, ha annunciato che il paese intende investire sulle potenzialità del biofuel (con un programma di ricerca destinato a partire nei prossimi mesi), complice anche l’ampia disponibilità di materia prima che si trova nelle enormi foreste della nazione. Un risultato che consentirebbe al tempo stesso di ridurre i costi per il carburante e di abbattere le emissioni inquinanti nell’ambiente.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta