Specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?

Foto di Photoxpress

Foto di Photoxpress

Un sondaggio al femminile per capire quali caratteristiche estetiche delle cittadine della Federazione sono più invidiate o criticate all’estero, dalla cura delle mani al trucco eccessivo passando per i profumi esagerati

Le ragazze russe che vivono all'estero bocciano l'aspetto esteriore delle donne straniere, anche con critiche al vetriolo. Ma come vengono giudicate a casa loro dalle immigrate che vivono e lavorano fianco a fianco?

Erica Orlandi, italiana, 29 anni, direttore esecutivo della rivista “Italia. La vita come arte”: “La cosa strana è che le russe non si depilano i baffi”

“Quattro anni fa, quando sono arrivata in Russia ero semplicemente esterrefatta dall'aspetto delle russe, in senso buono. Ma c'è una differenza enorme tra le giovani e quelle mature. Sembra che le seconde non siano così pignole per quanto riguarda il proprio aspetto: molte donne di mezza età non curano affatto la propria pelle o la forma fisica, si tingono i capelli con dei colori assurdi... Invece in Italia le over 40 dedicano molte attenzioni al proprio aspetto.

Quello che non riesco proprio a capire è perché le donne qui non fanno niente contro... i baffi. E poi un'altra cosa strana è che molte mie amiche russe si lavano i capelli ogni giorno e sostengono che faccia bene alla chioma. Un altro difetto è la passione per il fondotinta e la cipria: il viso diventa una maschera. Un'altra cosa in cui esagerano è il profumo, ma vale anche per le italiane.

C’è da dire, però, che Mosca è un vero paradiso della manicure! Forse il motivo è il clima: siamo in una città fredda e le mani hanno bisogno di cure continue. L'unica cosa che mi lascia perplessa in Russia è la passione per le unghie finte. Non si rovinano nelle faccende di casa? ”


Carmit Dahan, israeliana, 38 anni, estetista, direttore del reparto formazione della compagnia SharpLight: “Se tutte le mie clienti fossero russe, sarei già diventata ricca”

“Le donne russe si dividono in due categorie opposte: alcune impiegano tutte le proprie energie nello studio e nella crescita intellettuale senza preoccuparsi minimamente di estetica, altre, al contrario, spendono troppi soldi per curare il proprio aspetto esteriore. E ci riescono bene.

Le russe sono molto informate su tutto quello che riguarda cosmetici, trucchi, prodotti per la cura della pelle. Se per un'israeliana è normale mettersi solo un po' di crema idratante alla mattina, una russa invece non si fa mancare maschere, peeling, trattamenti estetici. Inoltre le russe iniziano molto presto a usare prodotti antirughe, e questo è un punto a loro favore. E poi hanno un atteggiamento più responsabile per quanto riguarda l'alimentazione in relazione alla salute.

Per quanto riguarda i difetti, molte donne alla mattina si truccano come se dovessero andare in discoteca. Consiglierei a tutte di non esagerare”.


Patrizia Robel, tedesca, 32 anni, economista: “Sembra che le russe siano in continua competizione per attirare l'attenzione degli uomini”

“Sono arrivata in Russia otto anni fa e subito mi sembrò che qui le donne fossero sempre in competizione per la conquista dell'uomo. Erano sempre molto, ma molto curate: vestite in modo femminile (anche se a volte un po' troppo sexy), pettinate all'ultima moda, anche se spesso troppo truccate. E in effetti, quest'ultimo mi è parso il loro difetto peggiore. Però adesso vedo che le donne russe assomigliano sempre di più alle europee. Ma si resta colpiti dalla lunghezza delle gonne a 20 gradi sotto zero e dai tacchi vertiginosi.

Delle russe mi piace l'abilità nel valorizzare i propri punti forti, riescono a portare bene anche delle elaboratissime unghie finte. Invece il trucco da discoteca alla mattina è spesso fastidioso, e anche un po' fuori luogo. E poi alle russe piacciono molto i profumi dolci, e a volte l'odore è così forte da diventare sgradevole. In poche parole, consiglierei alle donne russe di non esagerare col trucco e di non sforzarsi troppo di piacere. Dopo tutto gli uomini apprezzano di più la naturalezza”.


Dora Kiralyhidy, ungherese, 34 anni, direttore commerciale dell'agenzia LeoBurnett: “Ogni donna russa ha la sua ricetta della nonna per una crema miracolosa”

“Le donne russe sono molto belle e hanno un aspetto molto curato. Quando sono all'estero riesco sempre riconoscere le russe: truccate con cura e in abito elegante anche per andare in spiaggia. La naturalezza e lo stile acqua e sapone qui non sono di moda. Però le russe usano molto la base idratante sotto il trucco, soprattutto d’inverno, per proteggere la pelle dal freddo e dal vento gelido.

I prodotti di bellezza e i trattamenti estetici qui sono molto cari e non credo che la donna media russa se li possa del tutto permettere. Secondo me sono in molte a tingersi i capelli e a farsi altri trattamenti estetici da sole, a casa. Ho anche notato che alle donne russe piacciono molto i rimedi naturali e quasi tutte hanno una ricetta della nonna per farsi la crema in casa. Invece coloro che possono permettersi di andare al salone di bellezza, ci vanno quasi tutti i giorni. Anche se in Russia non ci sono delle Spa vere e proprie. L'unica alternativa sembra essere il “banya” (variante russa della sauna, n.d.r.).

E' poi impossibile non accorgersi che le russe usano molto i profumi, soprattutto quelli dalle note intense e sgargianti, e non dimenticano mai di ravvivarli nel corso della giornata. Si sente anche da lontano! A mio avviso, è eccessivo”.


Dunque l’analisi è chiara: per le straniere, le russe usano un trucco troppo vistoso e profumi forti, adorano la manicure e passano le giornate nei saloni di bellezza. Non sono forse le componenti necessarie della misteriosa anima russa? Che ne pensate?

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta