Il Bolshoj cambia direttore artistico

Il Teatro Bolshoj di Mosca è considerato uno dei più importanti teatri a livello internazionale (Foto: Tass)

Il Teatro Bolshoj di Mosca è considerato uno dei più importanti teatri a livello internazionale (Foto: Tass)

Sergei Filin, vittima di un attacco con l'acido nel 2013, non porterà a termine il proprio incarico, che sarebbe scaduto nel marzo 2016. Una scelta legata a "questioni interne al teatro". Ancora sconosciuto il nome di chi sostituirà Filin

Il Teatro Bolshoj di Mosca ha annunciato che non verrà rinnovato il contratto al direttore artistico Sergei Filin, nel 2013 vittima di un attacco con l’acido che lo lasciò sfigurato e semicieco. “Ho deciso di non prolungare il contratto a Filin”, ha detto il direttore generale del Bolshoj, Vladimir Urin. “Secondo la legge, avrei potuto comunicarglielo due mesi prima della fine del contratto - ha aggiunto -, ma data l’importanza della notizia, la mia etica e il mio rispetto nei confronti di Sergei mi hanno spinto ad avvertirlo in anticipo, in modo che possa valutare i prossimi passi”. Il contratto scadrà il 17 marzo 2016. 

Urin ha ammesso di non aver niente da ridire in merito al lavoro eseguito da Filin come direttore artistico, ed è merito suo se sono emersi molti coreografi oggi di fama mondiale. “Il mancato rinnovo del contratto è legato a questioni interne al teatro”, ha detto.

Urin ha quindi aggiunto che il posto di direttore artistico del Bolshoj cesserà di esistere e verrà sostituito dalla figura del direttore del corpo di ballo. 

Per il momento il nome di chi occuperà questo ruolo non è ancora stato fatto.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta