Enoturismo: Krasnodar e Crimea le località preferite dagli amanti del vino

27 luglio 2016 RBTH
Sono almeno un milione e mezzo gli enoturisti nel Paese. La cantina più visitata è quella di Abrau-Dyurso, dove l'anno scorso sono accorse oltre 300 persone. Un numero che quest'anno sta raddoppiando. Seguono Massandra (Crimea) e Elbuzd (Regione di Rostov)
Rows of oak barrels for fermenting Madeira wine at the Massandra wine-making factory in Crimea. Source: Mikhail Mokrushin / RIA Novosti
Botti di vino in una cantina della Crimea. Fonte: Mikhail Mokrushin / RIA Novosti

In Russia inizia a prendere piede l’enoturismo, il turismo tematico che pone al centro dell'attenzione il vino, la sua produzione e la sua degustazione. Secondo uno studio dell’agenzia “TurStat”, pubblicato da Rossyiskaya Gazeta, gli enoturisti in Russia sono almeno un milione e mezzo. 

Secondo lo studio, tra le località privilegiate per un “viaggio di degustazioni” ci sono le zone della Russia meridionale: Krasnodar, la regione di Rostov, Stavropol e la Crimea. Al primo posto per numero di visitatori si trova la località di Abrau-Dyurso nella regione di Krasnodar, dove l’anno scorso sono accorse 300 persone. Secondo i dati preliminari, quest’anno il numero delle visite in questa zona è raddoppiato. Seguono Massandra (Crimea) e Elbuzd (Regione di Rostov).

Gli enoturisti tuttavia non disdegnano nemmeno la regione di Tver, dove si producono vini fruttati. 

Per quanto riguarda i prezzi, un tour all’interno di una cantina costa circa 1.000 rubli per due persone (13 euro circa). I prezzi più alti si registrano nella cantina di Abrau-Dyurso, dove un weekend di degustazione per due persone costa circa 40.000 rubli (550 euro circa).

+
Metti "Mi piace" su Facebook