Il recupero del Re

3 luglio 2014 Vladimir Zajvyj, Gazeta.ru
Dopo gli infortuni e le operazioni, Evgeny Plushenko continua la sua lunga marcia verso la perfetta guarigione. E per adesso continua ad allenarsi ma non parteciperà alle gare previste all'inizio della prossima stagione
Evgeny Plushenko (Foto: AlexeyFilippov / Ria Novosti)
Evgeny Plushenko (Foto: AlexeyFilippov / Ria Novosti)

Il due volte campione olimpico nel pattinaggio di figura Evgeny Plushenko non parteciperà alle principali gare di inizio stagione 2014/2015, sebbene continuerà con gli allenamenti di recupero e con gli spettacoli. Questo è quanto ha dichiarato l'allenatore del due volte medaglia d’oro e due volte medaglia d’argento ai giochi olimpici, Alexey Mishin.

Plushenko parteciperà agli eventi di squadra: raduni e riscaldamenti. È possibile che possa partecipare ad alcune competizioni, ad esempio al Memorial Panin, ma non a quelle fondamentali, ossia al Grand Prix, al campionato russo, europeo e mondiale della prossima stagione. Mishin ha spiegato tale decisione con la necessità, da parte del pattinatore, di riprendersi dopo i numerosi incidenti dello scorso inverno, di modo che possa esibirsi al massimo della forma nella stagione 2015/2016. "Il compito principale di Plushenko per la prossima stagione è rimettersi in forma e accumulare le forze necessarie per le future esibizioni – ha aggiunto l’allenatore –. Tale strategia è stata adottata non solo da lui, ma anche Patrick Chan, Daisuke Takahashi e Mao Asada salteranno le competizioni del prossimo anno. Il nostro obiettivo è mangiare una torta grande domani, anziché una piccola oggi".

I problemi di salute per Plushenko sono iniziati nel 2013. Nel campionato europeo a Zagabria si infortunò durante l’esecuzione di un salto e uscì dalla gara. Ha dovuto affrontare un’operazione per la sostituzione del disco intervertebrale, dopo la quale è riuscito a riprendersi per il campionato russo e per le qualificazioni ai giochi olimpici di Sochi. Nonostante Plushenko avesse ceduto il posto a Maksim Kovtun, fu deciso comunque di includerlo nella squadra dopo la buona riuscita di una prova a porte chiuse. A Sochi Plushenko si è esibito nel programma breve e in quello libero nella gara a squadre, riuscendo a far vincere alla sua nazionale l’oro nella disciplina esordiente dell’Olimpiade. Dopo qualche giorno Evgeny avrebbe dovuto esibirsi nelle gare individuali, ma dopo il riscaldamento ha rinunciato alla competizione per infortunio. È risultato poi che gli si era rotta una delle viti nella schiena che reggono il disco artificiale.

A marzo di quest’anno il campione ha superato brillantemente l’operazione per eliminare gli elementi difettosi e ha deciso di riprendere ad allenarsi, sebbene subito dopo le Olimpiadi avesse annunciato di aver concluso la carriera e di voler esibirsi solo nelle tournée. A fine aprile Plushenko è ritornato sul ghiaccio riprendendosi ad allenare. Per giugno è riuscito a fare progressi: il pattinatore ha eseguito un triplo axel e si è esibito in alcuni spettacoli in Giappone. È stato candidato a rappresentare la squadra russa per la stagione 2014/2015, ma non sfrutterà tale occasione all’età di 31 anni. È invece prevista per lui una serie di spettacoli non solo in Giappone, ma anche in Cina, Taiwan e Romania.

Le due campionesse olimpiche Adelina Sotnikova e Yulia Lipnitskaya non intendono saltare la stagione. La medaglia d’oro femminile nel pattinaggio individuale sarà in Russia e Giappone, mentre la vincitrice nella gara a squadre si esibirà in Cina e Francia. Alena Leonova, che non ha preso parte all’Olimpiade, pattinerà in Canada e Giappone; Anna Pogorilaya, quarto posto all’ultimo campionato del mondo, si incontrerà con lei in America e insieme eseguiranno il loro programma davanti al pubblico di casa. Anche Elena Radionova (Stati Uniti e Francia), Elizaveta Tuktamysheva (Stati Uniti), Marina Artemeva (Francia) e Nikol Gosviani (Giappone) si batteranno per la finale del Grand Prix.

Vera Bazarova, reduce dalle Olimpiadi di Sochi, insieme al suo nuovo partner Andrei Deputat, si esibirà a Shangai e Osaka. Inoltre, altre quattro coppie rappresenteranno la Russia al Grand Prix: Evegnia Tarasova/Vladimir Morozov (Canada), Julia Antipova/ Nodari Maisuradze (Cina e Giappone), Vasilisa Davankova/Alexandr Enbert (Russia). Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov, che una volta formavano la migliore coppia di danza, si incroceranno a Mosca nella tappa di casa. Per Nikita saranno le prime gare a questo livello con Viktoria Sinitsina, dopo le quali i due voleranno in Giappone; Elena, invece, prima della tappa russa si esibirà in Cina con Ruslan Zhiganshin. I campioni olimpici nella gara a squadre Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev presenteranno i nuovi programmi al pubblico americano e francese. Ksenia Monko e Kirill Khaliavin saranno in Canada e Giappone. La terza coppia ad esibirsi sul ghiaccio moscovita sarà quella formata da Aleksandra Stepanova e Ivan Bukin.

Qui la versione originale dell'articolo

+
Metti "Mi piace" su Facebook