Il car-sharing Made in Italy arriva a San Pietroburgo

30 gennaio 2017 RBTH
Inaugurazione oggi, 30 gennaio. Verranno messe in circolazione cento auto, per un investimento di tre milioni di euro. "Grandi vantaggi per l'ambiente", ha detto Vincenzo Trani, presidente di General Invest, a capo del progetto

A meno di un anno dal lancio della start-up Delimobil Car-sharing Mosca, la holding General Invest avvia un nuovo e importante progetto di car- sharing a San Pietroburgo. Il 30 gennaio, sulla piazza Ostrovskij di San Pietroburgo, verrà inaugurato il nuovo servizio di carsharing-delimobil nella seconda città della Russia, ancora una volta targato Italia, alla presenza del governatore Poltavchenko,  del console italiano di San Pietroburgo, Leonardo Bencini, e di Vincenzo Trani, presidente di General Invest.

Il servizio è stato realizzato sul modello di altri car-sharing europei. L’investimento previsto per il primo trimestre 2017 è di 200 milioni di rubli (circa 3 milioni di euro), con la creazionedi circa 20 posti di lavoro. “Le auto a disposizione saranno inzialmente 100, ma trattandosi di un progetto di successo e su larga scala si prevede di tripicarne il numero entro la fine del 2017”, ha detto Vincenzo Trani. L’area interessata dall’investimento include l’intera regione di Leningrado.

La valenza economica ed ecologica del progetto è alla base del successo del servizo di car-sharing. “Da un’attenta analisi, frutto anche della precedente esperienza moscovita, abbiamo avuto modo di rivelare che un’auto Delimobil in circolazione fornisce un servizio pari a 10 auto private, con una notevole riduzione dell’impatto ambientale”, ha concluso Vincenzo Trani.

+
Metti "Mi piace" su Facebook