Cinque candidati russi al Premio letterario Astrid Lindgren

11 novembre 2016 Olesya Khantsevich, per Rbth
Al più grande riconoscimento legato alla letteratura per l'infanzia nel 2017 ambiscono oltre duecento scrittori provenienti da 60 paesi. Rbth vi svela chi sono i russi in gara

1. Nina Dashevskaya

Le copertine dei libri di Nina Bashevskaya. Fonte: ufficio stampaLe copertine dei libri di Nina Bashevskaya. Fonte: ufficio stampa

La giovane scrittrice di Mosca, autrice di libri per bambini e ragazzi, è nata a Tver ed è musicista d’orchestra. Ha fatto il suo debutto come autrice per bambini nel 2009 sulla rivista "Kukumber" e il suo primo libro, "Sette bassi nani", è stato pubblicato nel 2011. Tre anni più tardi, a due libri della Dashevskaya sono stati subito assegnati premi letterari: la raccolta di storie per adolescenti "Vicino alla musica" ha vinto il concorso "Nuova letteratura per bambini" e il primo posto del più grande concorso russo di letteratura per l'infanzia "Kniguru"; mentre nel 2015 ha vinto di nuovo il concorso "Kniguru" con il libro "Non sono tonto", il monologo interiore di un ragazzo di 13 anni, Ignat, il cui ritmo di vita non coincide con quello del mondo circostante e soprattutto quello degli adulti.

2. Artur Givargizov

La copertina del "Diario di un eccezionale somaro", il più famoso libro di Artur Givargizov. Fonte: ufficio stampaLa copertina del "Diario di un eccezionale somaro", il più famoso libro di Artur Givargizov. Fonte: ufficio stampa

Artur Givargizov (1965) ottiene una nomination al Premio Lindgren per il secondo anno consecutivo. È insegnante presso la Scuola di musica di Mosca, insegna chitarra classica e scrive storie divertenti e insolite. Givargizov viene spesso definito uno scrittore "non didattico" per la sua visione “poco seria” della scuola, degli insegnanti e dei genitori. È forse per questo che le sue storie piacciono così tanto ai bambini. Il suo primo libro è la raccolta di poesie "La mia povera Pallina", uscita nel 2002; il secondo, “Diario di un eccezionale somaro”, si può ritenere il più famoso in Russia: la collezione comprende più di 70 miniature a fumetti su bambini e genitori. Ad oggi, ha pubblicato circa 20 libri, tra cui un libro di opere teatrali e otto raccolte di poesie.

3. Vladislav Krapivin

Vladislav Krapivin con dei bambini. Fonte: Ria NovostiVladislav Krapivin con dei bambini. Fonte: Ria Novosti

Tra i più famosi scrittori russi, è nato nel 1938. A lui è dedicato il premio internazionale di letteratura per l’infanzia che esiste in Russia dal 2006, il cui presidente della giuria è lo scrittore stesso. In totale sono uscite più di 200 edizioni dei suoi libri in diverse lingue di tutto il mondo. I personaggi di Krapivin sono bambini di età diverse, ma accomunati da opinioni simili sulla vita e sul mondo circostante. In quasi tutte le opere, i più grandi sono amici dei più piccoli e vegliano su di loro ("Gli amici e le vele di Valka", "Ninna nanna per mio fratello"). Il protagonista adolescente risulta essere l'amico cresciuto che viene in aiuto per alleggerire il dolore e le difficoltà che il più piccolo incontra durante la crescita. Il mondo dell’infanzia in Krapivin è un mondo senza adulti: la loro presenza nelle pagine delle sue opere e le loro azioni sono estremamente limitate ed hanno spesso accezione negativa nei confronti dei bambini. Nel 2010, Krapivin è stato insignito del Diploma d'Onore del Premio Andersen per il suo contributo alla letteratura per l'infanzia.

4. Sergej Lubaev

"Le avventure di Tom Sawyer" illustrate da Sergej Lubaev. Fonte: ufficio stampa"Le avventure di Tom Sawyer" illustrate da Sergej Lubaev. Fonte: ufficio stampa

L’eccezionale illustratore russo ambisce al premio Lindgren per la terza volta di fila, passato nel 2014 e 2015 in short list. Ha illustrato molte edizioni russe di autori stranieri, da "Le avventure di Tom Sawyer" di Mark Twain a “Il Signore degli Anelli" di Tolkien. La particolarità dell’artista sta nell’elaborazione di piccoli dettagli in ogni illustrazione, nella capacità di penetrare con meticolosità nelle sfumature della vita, costumi, architettura e paesaggio di ogni epoca e luogo di ambientazione di romanzi e racconti. Del suo portfolio fanno parte anche opere per adulti, per esempio, ha dipinto le immagini per "Guerra e Pace" di Tolstoj, per i romanzi di Dostoevskij e Gogol. Per i suoi lavori ha già ricevuto diversi premi letterari russi.

5. Aleksandr Traugot

Riproduzione della copertina realizzata dagli artisti Aleksandr e Valerij Traugot. Fonte: A. Sverdlov / RIA NovostiRiproduzione della copertina realizzata dagli artisti Aleksandr e Valerij Traugot. Fonte: A. Sverdlov / RIA Novosti

Aleksandr Traugot è un classico dell’illustrazione sovietica e unico rappresentante rimasto del passato famoso trio di artisti che, a firma "G.A.V. Traugot", ha illustrato le fiabe di Hans Christian Andersen, Charles Perrault, Hoffmann e molti altri famosi scrittori. Il trio è stato fondato dal padre di Aleksandr, Georgij Traugot, nel 1956; oltre a loro, rientrava nel gruppo anche il fratello minore dell’artista, Valerij. Dopo la morte di Traugot senior, nel 1961 i suoi figli hanno continuato a lavorare insieme nello stile sviluppato dal padre, ma quella firma è rimasta. Dal 1992 Aleksandr vive a Parigi e continua a dipingere.

In totale la firma "G.A.V. Traugot" compare nelle illustrazioni di oltre 200 libri, con una tiratura complessiva di più di tre milioni di copie.

Ti potrebbe interessare anche: 

+
Metti "Mi piace" su Facebook