Oggi i pellegrini di monasteri, templi e chiese, dopo una giornata piena di spiritualità, aspettano di nutrirsi. I luoghi religiosi di Mosca hanno assimilato questa tendenza e in molti offrono ai visitatori gustosi piatti che rispecchiano la fede religiosa che rappresentano.

Refettorio, Monastero Vysoko-Petrovskij

Fonte: Wikipedia.orgFonte: Wikipedia.org

Questo antico monastero, menzionato per la prima volta nel XIV secolo, si trova nel cuore di Mosca. È uno dei più suggestivi della capitale russa: anche il piano seminterrato della chiesa della Trinità, dove si trova il famoso refettorio, è decorato con affreschi mozzafiato raffiguranti santi ortodossi e scene dalla loro vita.

Orari di apertura: 12-18, pranzo 13-16

Conto medio: 250 rubli (circa 3,8 euro)

Il refettorio è ben noto a Mosca. All'ora di pranzo, i pellegrini e gli ospiti del monastero devono fare la lotta con gli impiegati degli uffici dei palazzi accanto per trovare un posto.

Il menù è composto da piatti della tradizione russa e comprende una vasta gamma di insalate, zuppe tradizionali, primi piatti e prodotti da forno freschi. Le specialità del monastero sono la zuppa di cavolo e funghi, l’insalata di barbabietola e albicocca e il pesce al forno. I visitatori devono sapere che il monastero osserva le regole del digiuno ortodosso e non offre alcun tipo di carne o altre pietanze che violano il digiuno durante certi periodi.

Ristorante “Gerusalemme”, Sinagoga in ul. Bolshaya Bronnaya

 Fonte: facebook Fonte: facebook

Il ristorante “Gerusalemme” si trova sul tetto di questa sinagoga, la prima aperta a Mosca. In estate, i visitatori possono prendere il sole e ammirare la vista sul quartiere di Patriarshie Prudy.

Orari di apertura: lunedì-giovedì 11-24, venerdì 11-tramonto, sabato 19-24 (solo in inverno), domenica 11-24

Conto medio: 1.500 rubli (circa 23 euro)

Il motto del ristorante è: Kasher come a Gerusalemme, gustoso come nel Caucaso. E i piatti prendono vita proprio da questo detto. Il menu offre sia una vasta gamma di piatti della regione caucasica della Russia – compresi, in particolare, i gustosi spiedini shashlikì – sia i piatti della tradizione ebraica, come hummus, falafel e Forshmak. Guarda con particolare attenzione la carta dei vini: i vini rossi dovrebbero essere particolarmente buoni.

Il servizio non è velocissimo, ma questo permette agli ospiti di godere della vista panoramica.

Cafè, Vecchia Moschea

Vecchia Moschea. Fonte: VkontakteVecchia Moschea. Fonte: Vkontakte

Siccome questo locale si trova sul territorio di una moschea, le donne devono vestirsi con modestia e coprire braccia e gambe. A essere proprio sinceri, poche donne mangiano qui.

Orari di apertura: 12-19

Conto medio: 250 rubli (circa 3,8 euro)

Gli interni del ristorante sono piuttosto austeri: lunghi tavoli in legno e sedute minimal. Una parete è decorata con un dipinto a olio di Hagia Sofia, la Moschea di Santa Sofia a Istanbul.

Il menu offre perlopiù piatti uzbeki e tartari, ed halal, naturalmente. Il piatto caratteristico è la Samsa, torta farcita uzbeka. I clienti abituali raccomandano anche i manty (ravioloni) e il plov. Il venerdì cerca di venire presto: chi frequenta i servizi alla moschea spesso finisce il cibo prima della preghiera di mezzogiorno.

Satva Cafe, Associazione di Mosca per la Coscienza di Krishna

Fonte: ufficio stampaFonte: ufficio stampa

In linea con le credenze di Hare Krishna, il menu del Satva Café è completamente vegetariano e organizzato secondo i principi della medicina ayurvedica. Dunque, un pasto completo dovrebbe consistere in sei sapori che gli esseri umani possono sentire: dolce, salato, piccante, amaro, aspro e umami. Questi sapori sono direttamente collegati alle emozioni umane.

Orari di apertura: 9-21

Conto medio: 400 rubli (circa 6 euro)

Il ristorante serve cibo per la gente comune e cucina anche il Prasad, un particolare cibo che dovrebbe essere offerto alla scultura di una divinità o di un santo e dopo essere considerato consacrato.

Tra le voci del menu, merita una menzione speciale il palak-panir (spinaci con salsa alla panna e formaggio fresco), casseruola di patate con verdure e kichri (riso con legumi e verdure). Per chi non riesce a mangiare qualcosa che non rassomigli a carne, può provare lo schnitzel di tofu marinato. Il menu di Satva dispone anche di una vasta selezione di dolci.