La filosofia di Pavel Florenskij

11 gennaio 2013 RBTH
Una mostra allestita all'Università Tor Vergata di Roma ripropone, dal 14 marzo 2013, la vita e gli studi dello scienziato e teologo russo
14 marzo22 marzo

Pavel Florenskij è stato uno scienziato russo, filosofo, teologo e critico d’arte. Sconosciuto ai più, Florenskij negli anni ha apportato un importante contributo alla letteratura e alla filosofia moderna.

Il 14 marzo 2013 alle 15 nell’edificio di Lettere e Filosofia dell’Università Tor Vergata di Roma sarà inaugurata la mostra "Nulla va perduto. L'esperienza di Pavel Florenskij", che resterà esposta fino al 22 marzo 2013 nello spazio dell’ateneo.

Già presentata all’Università Cattolica di Milano e all’Università Statale di Padova, l’esposizione (organizzata grazie al contributo della Fondazione Arte in Compagnia e del Corso di Laurea in Filosofia dell’Università Tor Vergata, con il patrocinio di Fondazione Russia Cristiana, Centro Russia Ecumenica e Roma Capitale), verrà introdotta da uno dei più grandi esperti di Florenskij, Lubomir Zhak, curatore della mostra e professore di Storia della Teologia alla Pontificia Università Lateranense.

Interverranno poi Yvonne zu Dohna, professoressa di Storia dell’Arte alla Pontificia Università Gregoriana e Giuseppe Malafronte, studioso ed esperto di Florenskij, organizzatore di numerosi convegni ed eventi sulla figura del pensatore russo in Italia.

Verranno inoltre organizzate visite guidate.

Ingresso libero.

Per maggiori informazioni:
Università di Roma Tor Vergata
Edificio di Lettere e Filosofia
V. Columbia, 1 - 1° piano
www.mondodomani.org

Per info e visite guidate:
nullavaperduto@gmail.com
3935123480 

+
Metti "Mi piace" su Facebook