Tarkovskij all'asta, si fa avanti la regione di Ivanovo

20 novembre 2012 RBTH, RIA Novosti
“La piccola patria” del regista, che ogni anno organizza un festival internazionale del cinema in suo nome, si sta muovendo per raccogliere i fondi necessari all'acquisto dei preziosi cimeli in vendita da Sotheby's
Un'immagine d'archivio del regista Andrei Tarkovskij (Foto: tarkovsky.net.ru)
Un'immagine d'archivio del regista Andrei Tarkovskij (Foto: tarkovsky.net.ru)

Il governo della regione di Ivanovo, organizzatore del locale Festival del cinema internazionale “Zerkalo” (Specchio in russo, ndr) in onore di Andrei Tarkovskij, cerca i mezzi economici per impossessarsi degli archivi del regista che saranno messi all’asta dalla londinese Sotheby’s il 28 novembre 2012, a partire da una stima di 80.000-100.000 sterline, come è stato riferito a Ria Novosti da Oleg Rakitov, direttore dell’ufficio stampa del governo regionale.

A mettere all’asta gli archivi ci sarà Olga Sokurov, critica cinematografica, allieva di Tarkovskij e coautrice del libro Zapechatlennoe vremja (“Scolpire il tempo”, Ubulibri 2002), in cui il regista parla dei suoi film, di cinema e dell’arte in generale. L’archivio è legato alla vita professionale e personale del regista.

Il governatore di Ivanovo Mikhail Men si è rivolto ai suoi collaboratori via Twitter, chiedendo di esaminare a fondo la questione di possibili finanziamenti per l’acquisto dell’archivio di Tarkovskij. “Il Dipartimento della Cultura ha stretto rapporti di grande amicizia con la famiglia di Tarkovskij, con la sorella Marina Arsenevnaja. Ci sono trattative in corso per trovare, anche tra i partner del Festival internazionale Zerkalo, finanziamenti extrabilancio per comprare l’archivio di Tarkovskij. Ci auguriamo che possa rimanere in Russia”, ha commentato l’interlocutore dell’agenzia.

Uno dei lotti più interessanti è la lettera indirizzata a Leonid Brezhnev, in cui Tarkovskij chiede al leader assoluto il permesso di lavorare nell’Urss e di far vedere in patria i suoi film proibiti. Durante la vendita saranno mostrati anche i taccuini con le descrizioni dettagliate dei film – sequenza per sequenza –, le sceneggiature dattiloscritte (molte delle quali si differenziano in misura significativa dalle varianti definitive) e 32 registrazioni audio con i pensieri del regista. Negli album fotografici privati figurano anche gli scatti di Tarkovskij con la famiglia, gli amici e altre personalità d’eccezione come Mstislav Rostropovich.

Ogni anno, dal 2007, nella regione di Ivanovo si tiene il Festival del cinema internazionale “Zerkalo” in onore di Andrei Tarkovskij. Attualmente il regista Pavel Lungin ne è il presidente. “Il Festival di Ivanovo era inizialmente dedicato ad Andrei Tarkovskij: il nostro grande connazionale è uno specchio nel quale si guarda tutto il cinema d’autore contemporaneo, cercando di capire a fondo le proprie radici. Nell’anno dell’anniversario tale sguardo sarà particolarmente attento”.

Ad aprile, nel giorno del compleanno del regista, hanno luogo nella città di Yurevec (regione di Ivanovo) – la sua piccola patria – le “Giornate di Andrei Tarkovskij”: nel 2012, per un’intera settimana si sono alternati incontri tra artisti, mostre, proiezioni di film e presentazioni di libri. La casa museo è stata aperta nel 1996 nell’abitazione dove il regista aveva trascorso la sua infanzia.

+
Metti "Mi piace" su Facebook